Home Servizi Tasse e tributi Imposta di soggiorno

Imposta di Soggiorno

Cos'è e dove si applica
L'imposta di soggiorno, adottata dal Comune di Chiusi (in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del Decreto Legislativo n. 23 del 14 marzo 2011), entra in vigore dal 1° aprile 2012. L’imposta è disciplinata da apposito Regolamento comunale adottato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n. 17 del 5/3/2012.
Il gettito dell’imposta è destinato a finanziare interventi previsti nel bilancio di previsione del Comune della Città di Chiusi, in materia di turismo e  promozione della città, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali.
L'imposta si applica ad ogni pernottamento (ovvero per ogni persona e per ogni notte), fino ad un massimo di 5 pernottamenti consecutivi, nelle strutture ricettive che si trovano nel territorio del Comune di Chiusi, come definite dalla Legge regionale in materia di turismo. L'imposta non si applica ai residenti.

Conto della gestione - Modello 21
La sentenza della Corte dei Conti n.22 deposita il 22 settembre 2016 ha stabilito che i titolari/gestori delle strutture ricettive assumono la funzione di agenti contabili e, conseguentemente, sono tenuti alla resa del conto giudiziale della gestione svolta. L'agente contabile è sottoposto al controllo giurisdizionale della Corte dei Conti, a tal fine i gestori delle strutture ricettive, quali agenti contabili, devono trasmettere al Comune entro il 30 gennaio di ogni anno il conto della gestione relativo all'anno precedente, redatto su apposito modello ministeriale approvato con D.P.R. 196/1996 e scaricabile nella sezione sottostante "Obblighi dei gestori" (Modello 21 - Conto della gestione). Il Comune entro 60 giorni dall'approvazione dello stesso dovrà trasmetterlo alla Corte dei Conti.
Si fa presente che la mancata presentazione del Mod. 21, comporterà la segnalazione di tale comportamento omissivo alla Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti per l'apertura di un "giudizio per resa del conto" da parte del Procuratore Regionale.      
Il conto della gestione deve essere compilato in originale, sottoscritto dal gestore della struttura ricettiva e presentato esclusivamente nell seguenti forme:
  • consegnandolo direttamente all'Ufficio Protocollo;
  • inviandolo a mezzo raccomandata al Comune di Chiusi - Uffcio Tributi - Piazza XX Settembre n. 1 - 53043;
  • inviandolo a mezzo pec, firmato digitalmente, all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .
Nel conto della gestione devono essere riportate le somme riscosse a titolo di Imposta di soggiorno, suddivise per mesi, relativamente all'anno di riferimento e indicati gli estremi del relativo riversamento al Comune.
I
l conto della gestione deve essere presentato anche se l'imposta di soggiorno dichiarata per l'anno di riferimento è pari a zero.

Chi è soggetto all'imposta
E' soggetto all'imposta chi pernotta nelle strutture ricettive che si trovano nel territorio del Comune di Chiusi, fatta eccezione per i residenti nel Comune di Chiusi.
 
Quanto si paga
La misura dell'imposta è stata determinata con deliberazione di Giunta comunale n. 57 del 01/03/2016 negli importi di seguito indicati:
 a)      Strutture alberghiere
Classificazione
Imposta (euro) a persona /notte
Fino a 3 stelle
1,00
4 stelle
1,50
5 stelle
2,00
 b)      Campeggi
Classificazione
Imposta (euro) a persona /notte
Fino a 4 stelle
0,80
 c)      Strutture extra alberghiere per ospitalità collettiva
Tipologia
Imposta (euro) a persona /notte
Ostelli e case per ferie
1,00
 d)      Strutture extra alberghiere con caratteristiche di civile abitazione
Tipologia
Imposta (euro) a persona /notte
Affittacamere professiona
1,00
Affittacamere non professionali
1,00
Case vacanze
1,00
Residenze d’epoca
1,50
 e)      Residence
   Classificazione
Imposta (euro) a persona /notte
2 chiavi
1,00
 Da 3 a 4 chiavi
1,50
 f)       Agriturismo
Classificazione
Imposta (euro) a persona /notte
Fino a 3 spighe
1,00

 Esenzioni
1.      Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno:
a)      minori entro il dodicesimo anno di età;
b)      dal terzo figlio/a inclusi per i soggiorni delle famiglie;
c)      coloro che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie pubbliche dell’area socio-sanitaria della Val di Chiana senese;
d)      coloro che praticano terapie riabilitativepresso strutture sanitarie pubbliche site nell’area socio-sanitaria della Val di Chiana senese;
e)      coloro che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche, per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti ad eventi calamitosi o di natura straordinaria o per finalità di soccorso umanitario;
f)        gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo di almeno venticinque partecipanti. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni venticinque partecipanti;
g)      gli appartenenti delle forze di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco che soggiornano per comprovate esigenze di servizio.
 
In allegato troverete tre modelli di dichiarazione per le senzioni 1.c), 1.d) e 1. f) e g) (MODULO B), (MODULO B1) e (MODULO B2).
 
Non sono soggetti ad imposta i soggiorni nei mesi gennaio e dicembre.

Obblighi dei gestori

I gestori delle strutture ricettive sono tenuti a:
  • informare i propri ospiti sull'applicazione, entità ed esenzioni dell'imposta di soggiorno. A tal fine sarà disponibile idoneo materiale informativo che sarà messo a disposizione del Comune di Chiusi;
  • riscuotere l'imposta, rilasciandone quietanza, inserendo il relativo importo in fattura indicandolo come "operazione fuori campo Iva". Nel caso di rifiuto alla corresponsione dell'imposta da parte dell'ospite, il gestore della struttura deve far sottoscrivere una dichiarazione e conservarla per eventuali controlli. Nel caso l'ospite si rifiuti anche di compilare e sottoscrivere la dichiarazione, sarà cura del gestore redigere e firmare la dichiarazione sostitutiva di notorietà in cui evidenziare la circostanza e riportare i dati del cliente (MODULO C) (MODULO D) (MODULO E) (MODULO F);
  • dichiarare al Servizio Tributi del Comune di Chiusi, entro quindici giorni dalla fine di ciascun semestre solare, il numero di coloro che hanno pernottato nel corso del semestre precedente e il relativo periodo di permanenza, distinguendo tra pernottamenti imponibili ed esenti (MODULO A I SEM.) (MODULO A II SEM.). La dichiarazione deve essere presentata anche se per il periodo considerato non ci sono stati pernottamenti;
  • presentare entro il 31 gennaio di ogni anno per l'anno precedente il conto di gestione utilizzando il modello 21 scaricabile qui.

Scadenze per l'anno d'imposta 2015:
  • 15 luglio 2015 (versamento dell’imposta e dichiarazione)
  • 15 gennaio 2016 (versamento dell’imposta e dichiarazione)
 
La dichiarazione può essere inviata al Servizio Tributi, con le seguenti modalità: 
1.       al n° di fax 0578/227864;
3.       tramite servizio postale con raccomandata A/R;
4.       con consegna a mano al servizio protocollo negli orari di apertura al pubblico (Palazzo comunale, Piazza XX settembre n. 1, dal lunedì al sabato, dalle ore 9,00 alle ore 13,00);
  • versare le somme riscosse entro quindici giorni dalla fine di ciascun semestre solare;
  • conservare tutta la documentazione relativa all’imposta di soggiorno (dichiarazioni sostitutive di esenzione, dichiarazioni di omesso versamento, dichiarazione di pernottamento) per almeno 5 anni.

Modalità di versamento dell'imposta
Il gestore della struttura ricettiva effettua il versamento al Comune di Chiusi dell'imposta con una delle seguenti modalità:
a)      sul conto corrente postale n. 13910534, intestato al Comune di Chiusi – Servizio Tesoreria;
 
b)      mediante versamento diretto effettuato presso gli sportelli della Tesoreria Comunale (Banca Valdichiana: Filiale di Chiusi Città, Via Porsenna n. 56; Filiale di Chiusi Scalo, Via Isonzo n. 36; Filiale di Montallese, Via Sant’Orsola n. 2)  
 
c)      mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato Al Comune di Chiusi - Tesoreria Comunale, presso Banca Valdichiana, codice IBAN IT87Z0848971852000000353479.
 
Dichiarazione
 
 
 
Esenzioni
 
 
 
 
Se l’ospite si rifiuta di pagare