Imposta Unica Comunale (IUC)

Sezione in costruzione

Dal 1° gennaio 2014 è in vigore l’Imposta unica comunale (IUC). Essa si basa sui presupposti impositivi costituiti dal possesso di immobili o costituiti dalla fruizione di servizi comunali.
La IUC si compone dell'Imposta municipale propria (IMU), dovuta dal possessore di immobili, e da una componente riferita ai servizi, a sua volta articolata nel Tributo per i servizi indivisibili (TASI) e nella Tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.
L’IMU è dovuta dal possessore di immobili, esclusa l’abitazione principale ad eccezione degli immobili di categoria A/1, A/8 e A/9, mentre la TASI è posta a carico sia del possessore, sia dell’utilizzatore dell’immobile. L'IMU e la TASI sono in autoliquidazione, cioè il contribuente deve provvedere a determinare la somma dovuta ed effettuare i versamenti.
La TARI, che insieme con la TASI sostituisce dal 1° gennaio 2014 il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES), è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali e aree scoperte.

La disciplina della IUC è contenuta nella legge 27 dicembre 2013, n. 147 “Legge di Stabilità per l’anno 2014”.