In vista dell’importante consiglio comunale che discuterà il bilancio di previsione bilancio, è già pronto un fitto calendario di incontri pubblici, che porteranno il sindaco e gli assessori a confrontarsi con i cittadini sulle scelte economiche e finanziare della Chiusi 2020. Si inizia lunedì 17 febbraio presso la Sala Conferenze San Francesco (ore 21.00) a Chiusi Città dove, oltre al bilancio, saranno presentate anche le opere pubbliche in corso proprio nel centro storico (Parco dei Forti, Prato, ex Lavatoi); martedì 18 febbraio sono previsti, invece, due incontri: il primo alle ore 15.30 presso l’Associazione Auser di Chiusi Scalo e il secondo alle ore 18.00 presso l’Associazione ADA. Mercoledì 19 e 20 febbraio il sindaco e gli assessori incontreranno i cittadini delle frazioni di Macciano e Montallese rispettivamente presso l’Associazione Auser di Macciano (ore 21.00) e presso Volto Amico a Montallese (ore 21.00). Venerdì 21 febbraio appuntamento serale (ore 21.00) presso la Pubblica Assistenza di Chiusi mentre lunedì 24 febbraio sono ben tre gli incontri programmati: Associazione Auser di Chiusi Città (ore 15.00), Confraternita Misericordia RA Morviducci (ore 18.00) e Montevenere (ore 21.00 presso la sede del Partito Democratico). Ultimo appuntamento, infine, mercoledì 26 febbraio alle ore 21.00 presso i locali ex Readytec.“L’approvazione del bilancio di previsione – dichiara il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – è un passaggio di estrema importanza nell’amministrazione della città. Per questo, come ogni anno, ci confronteremo con i cittadini, con le associazioni di categoria e con i sindacati per arrivare ad approvare un bilancio quanto più condiviso possibile. Rispondere alle esigenze di tutto il territorio non è sicuramente semplice e probabilmente neanche possibile, ma il compito di una buona amministrazione è proprio quello di mettere in campo la migliore sintesi possibile. Il bilancio 2020 si propone di fare proprio questo attraverso uno slancio dedicato allo sviluppo della nostra città attraverso opere pubbliche e nuovi investimenti, ma sempre nel rispetto e nel sostegno del sociale e di ogni fetta della popolazione. Per tutto questo il confronto con i cittadini diventa indispensabile perché soltanto così il bilancio, che porteremo in consiglio, sarà veramente l’espressione delle esigenze della nostra comunità.”